4 cose che devi imparare dal tuo parrucchiere

4 cose che devi imparare dal tuo parrucchiere

Certo non si può andare tutti i giorni dal parrucchiere, e fare la piega a casa è la cosa più pratica e anche economica. Ma perché rovinare il lavoro del parrucchiere facendo le mosse sbagliate? La prossima volta che andiamo da lui o lei per un taglio, per il colore o solo per una piega, invece di chiacchierare della nostra vicina di casa e altri pettegolezzi, osserviamo come lavora! Certo non diventeremo dei professionisti solo guardando, ma possiamo imparare molto, e soprattutto possiamo chiedere consigli!

 

  1. Come fare lo shampoo. Avete mai notato che lo shampo dal parrucchiere è sempre rilassante? Anche nei saloni più affollati, il momento dello shampo è un angolino di tranquillità. Lo shampo si fa massaggiando delicatamente con i polpastrelli tutto il cuoio capelluto e così le lunghezze. A casa tendiamo a farlo velocemente e in maniera troppo vigorosa.

 

  1. Come tamponare i capelli con l’asciugamano. Osserviamo come l’asciugamano venga passato attorno alla testa e lasciato in posa qualche minuto. Poi i capelli vengono tamponati lungo le lunghezze. Quando facciamo per conto nostro sfreghiamo l’asciugamano con forza scompigliando i capelli, spezzandoli e rendendo più difficile il passaggio della spazzola.

 

  1. Come spazzolare i capelli. I capelli bagnati vanno spazzolati con delicatezza, se ci sono nodi non bisogna forzare e basta avere un po’ di pazienza. Stesso discorso per i capelli asciutti. Si spazzolano piccole ciocche alla volta e se i capelli sono lunghi si districano prima le punte e poi si procede a spazzolare vicino alla radice.

 

  1. Come scegliere i prodotti giusti. Il parrucchiere sarà in grado di consigliarci i prodotti giusti da usare in base al nostro tipo di capello. Con tanta pubblicità, offerte speciali e promesse miracolose, non facciamoci tentare e affidiamoci ad un professionista per capire quali sono le reali esigenze dei nostri capelli. A volte usiamo i prodotti sbagliati, a volte ne usiamo troppi o sbagliamo nell’applicazione.

Aggiungi commento

Questo campo è obbligatorio*